Ragusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Ragusa, 9 luglio 2015 – Questa mattina, all’interno della sala briefing della Caserma “Podgora” di Piazza Caduti di Nassiriya, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Ragusa Tenente Colonnello Fragassi, insieme al Cap. Plebani, comandante della Compagnia di Vittoria e al Ten Millul, Comandante della Compagnia di Ragusa, ha ricevuto i 9 giovani Carabinieri giunti in Provincia dopo aver terminato il corso di formazione.

I  giovani, tutti molto motivati ed entusiasti per la prima esperienza operativa ai Reparti, svolgeranno nel territorio della Provincia un tirocinio di circa 2 mesi.

Durante questi 60 giorni, avranno l’opportunità – dopo un intenso anno di studi, e prima di essere definitivamente destinati ai Reparti, a settembre – di prendere diretta cognizione di cosa significa prestare servizio in una Stazione Carabinieri ad elevato impegno operativo come sono quelle ubicate nelle zone costiere, di maggiore afflusso turistico.

I giovani Carabinieri, infatti, verranno impiegati ad Acate, Scoglitti, Santa Croce Camerina, Marina di Ragusa e Scicli, laddove, soprattutto nel periodo estivo, l’impegno dell’Arma è costantemente elevato per la presenza di villeggiati locali e di turisti.

Il Colonnello Fragassi ha approfittato della circostanze per dare il benvenuto alle nuove giovani leve – visibilmente emozionate nel presentarsi a quello che per due mesi sarà il loro Comandante Provinciale – nonché per dare loro qualche consiglio per affrontare al meglio la nuova intensa esperienza che li attende e per formulare loro il più sincero “in bocca al lupo” per un futuro costellato di soddisfazioni professionali.

Ai giovani Carabinieri è andato anche il saluto del neo Cappellano militare dell’Arma, don Rosario Scibilia, che nella mattinata ha effettuato una visita pastorale al Comando Provinciale per incontrare e salutare tutti i militari.

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.