Ragusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Ragusa, 8 settembre 2015 – La ricca collezione di abiti antichi appartenuti alla famiglia Arezzo di Trifiletti, oggi acquisiti al patrimonio del Comune, saranno esposti presso il Castello di Donnafugata luogo in cui si terranno  tre mostre a tema, la prima delle quali dedicata all'Ottocento siciliano.

Al fine di promuovere questi eccezionali eventi espositivi l'Amministrazione Comunale ha ritenuto opportuno programmare un accurato intervento di manutenzione degli  abiti d'epoca. 

Utilizzando un apposito elenco di ditte specializzate a tale tipo di intervento fornito dalla Soprintendenza ai beni culturali di Ragusa, è stata infatti individuata una ditta di Ragusa a cui con apposita determina dirigenziale del Settore cultura è stato affidato l'incarico  di manutenzione ed in parte di restauro degli abiti  della collezione Arezzo di Trifiletti con  un costo complessivo  di  9.500,00 euro.

L'onere finanziario dell'intervento, viene altresì specificato nel dispositivo della determina dirigenziale, sarà a carico della Banca Agricola Popolare di Ragusa che si è resa disponibile a sponsorizzare l'iniziativa finalizzata all'effettuazione degli eventi espositivi.

L'istituto di credito ragusano ha infatti deciso di sponsorizzare tale iniziativa che rientra nell'ambito degli obblighi  che lo stesso ha assunto  attraverso la Convenzione del servizio di Tesoreria comunale.

“Ci stiamo preparando con scrupolo ed attenzione - dichiara l'Assessore alla cultura e beni culturali, Stefania Campo - per organizzare all'interno del prestigioso antico maniero di proprietà comunale  tre importanti mostre a tema con i preziosi abiti antichi della collezione Arezzo di Trifiletti. 

Le iniziative contribuiranno certamente ad  accrescere l'interesse alla visita del Castello di Donnafugata non solo ai turisti ma anche cittadini che potranno così ammirare un'ampia collezione di splendidi abiti antichi”.

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.