Siracusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Siracusa. 6 marzo '15 - Si è tenuto questa mattina nel Salone "Paolo Borsellino" di palazzo Vermexio, l'evento conclusivo del progetto Europeo Urbact 'GeniUS: 

Open' fmalizzato a trasferire la buona pratica dell'open innovation dalla città di York a quelle di Siracusa, Tallinn e San Sebastiano 

Durante l'evento i principali attori del progetto GeniUSiracusa hanno raccontato quanto sperimentato insieme all'Amministrazione, relativamente ad un nuovo approccio di govemance, che consiste nel rompere le barriere chiuse della pubblica amministrazione per aprirsi a tutti gli attori della città e grazie a loro trovare opportunità di crescita ed individuare soluzioni del tutto inaspettate ai problemi urbani. 

Il lavoro dell’amministrazione con l'ufficio Programmi Complessi e Politiche Comunitarie diretto dall'architetto Giuseppe Di Guardo e con il supporto dell'esperta di processi partecipati l'ingegnere Caterina Timpanaro, ha visto il lancio della piattaforma di dialogo online e l'organizzazione di circa 30 eventi partecipati e workshops di animazione territoriale, momenti di ascolto e dialogo con i numerosi stakeholders, tra i quali, quello con la circoscrizione Grottasanta presieduta da Pamela La Mesa, con le associazioni interessate 

con i residenti del quartiere, compresi i ragazzi e bambini. 

Tutto questo lavoro propedeutico ha generato l'elaborazione di 4 Progetti Pilota CONDIVISI. 

"È intenzione dell'Amministrazione - ha detto l'assessore ai Beni comuni Valeria Troia - proseguire con questo processo innovativo e partecipato. Nostro obiettivo intercettare di tutti quei finanziamenti europei, nazionali e regionali, che possano servire alla realizzazione di questi progetti fortemente in linea con le priorità individuate a livello europeo, che ci chiedono città intelligenti, innovative ed inclusive e lotta alla povertà" . 

"Con Open innovation - ha detto l'architetto Di Guardo - è stato avviato un metodo finalizzato a sbloccare il potenziale creativo e valorizzato le conoscenze e le intelligenze 

collettive presenti in città, con l'intento di scoprire nuove strategie e co-progettare soluzioni innovative alle sfide ed alle problematiche che la città si pone. In particolare tra le diverse priorità ed emergenze individuate si è deciso di concentrare questa sperimentazione sulla rigenerazione urbana della Mazzarona. Mai come in questo momento di crisi ed emergenza, i quartieri particolarmente svantaggiati ed esclusi come quello della Grottasanta - infìne detto il responsabile dell'ufficio Programmi Complessi e Politiche Comunitarie - richiedono infatti una particolare attenzione. La sfida è diventata dunque Valorizzare la Grande Bellezza di questa periferia, che non deve essere più sinonimo di degrado, isolamento, esclusione ma deve divenire anch'essa a suo modo 'centro' con una propria ed unica identità. 

GeniUSiracusa è anche coerente con il dibattito aperto a livello nazionale, grazie al progetto G 124 di Renzo Piano sulle "periferie" e con i nuovi programmi sperimentali che sta portando avanti l'amministrazione su indicazione del sindaco Giancarlo e dell'assessore Valeria Troia. 

All'evento hanno preso parte anche le altre città del partenariato Urbact, ovvero York, Tallinn e San Sebastian, che si troveranno a Siracusa per l'ultimo workshop di confronto. 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.