Siracusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Canicattini Bagni, 20 novembre 2015 – Tre giorni, il 20 – 21 – 22 Novembre, che in tutta Italia, su iniziativa di Legambiente, ormai da anni si dedicano alla “Festa dell’Albero”, per proteggere l’ambiente. Quest’anno l’edizione  2015 è dedicata ai mutamenti climatici che stanno sconvolgendo l’ambiente in ogni parte del mondo, Sicilia compresa, dove hanno letteralmente sconvolto la tipicità del clima. 

 

Dei mutamenti climatici e della cura per l’ambiente, tra l’altro, si è occupato recentemente anche Papa Francesco con la sua enciclica “Laudato sì” , mentre a Dicembre il vertice delle Nazioni Unite dovrà definire il nuovo accordo internazionale sulle emissioni e quindi sul clima.

Gli alberi rappresentano una risorsa naturale contro il riscaldamento globale, per cui proteggerli e curali significa proteggere e curare il nostro futuro.

Di questo sono convinti i bambini della Scuola Elementare dell’Istituto Comprensivo “G. Verga” di Canicattini Bagni, in particolare gli alunni della 1° A del plesso “Mazzini”, che insieme al loro insegnante Paolo Matarazzo, quest’anno continueranno a celebrare, con la collaborazione dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione guidato da Marilena Miceli,  e all’Assessorato al Verde Pubblico guidato da Seby Cascone, la “Festa dell’Albero”, proprio per l’alta valenza educativa dell’iniziativa che punta a salvaguardare e valorizzare l’ambiente.

 

Lo faranno Sabato 21 Novembre alle ore 10:00, alla presenza degli altri alunni della scuola, dei docenti, dei genitori, e degli amministratori della città, negli spazi verdi della Villa Comunale  con la messa a dimora di piante ornamentali, in particolare Lantane, e di un alberello, di cui si occuperanno anche in futuro, proprio come segno di partecipazione attiva e responsabile per l’incremento del patrimonio arboreo e la salvaguardia dell’ambiente.

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.