Siracusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

#Canicattini Bagni, 3 dicembre 2015 – Presentato dal Comune di Canicattini Bagni, come predisposto dal Sindaco Paolo Amenta e dall’intera Amministrazione comunale, a seguito del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 15/10/2015 per la riqualificazione delle Are Urbane, lo studio di fattibilità, elaborato dall’ingegnere Carlo Cassarino, per gli “interventi di riqualificazione delle aree urbane degradate nel zona est del centro abitato”, comprese tra via Umberto, via Don Luigi Sturzo, via Don Vincenzo Miano e la SP 14 “Maremonti.

Il capo dell’Ufficio Tecnico, Geometra Giuseppe Carpinteri, che è anche il Rup (Responsabile Unico del Procedimento) degli interventi, ha provveduto alla trasmissione degli atti alla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento Pari Opportunità, entro la scadenza dello scorso 30 Novembre. 

Il Decreto, per cui il Governo impegna oltre 150 milioni di euro, per tre anni, finanzierà le opere di riqualificazione per un massimo di 2 milioni di euro.

Gli interventi presentati dal Comune di Canicattini Bagni fanno seguito agli altri progetti di riqualificazione già avviati e finanziati (Via Principessa Jolanda e via Grimaldi) e riguardano la riqualificazione di un’area che negli ultimi anni è stata oggetto del più recente sviluppo urbano, con la  nascita della struttura sanitaria che ospita la Guardia Media, la realizzazione di Piazza Borsellino, dell’area attrezzata di Protezione Civile, dell’opera di benvenuto all’ingresso della città con la scritta “Canicattini Bagni, città del Liberty e della Musica”, e non ultimo, con la cessione da parte del Comune all’ex Provincia regionale della struttura di Villa Chiara, la nascita della sede del Liceo Scientifico cittadino. 

Si è così valorizzata nel tempo tutta la zona est, tanto da indurre i privati ad investire in nuovi insediamenti abitativi, purtroppo non tutti completati, con la conseguenza di contribuire ad aumentare il senso di degrado urbano, trasformando le aree non urbanizzate e gli edifici non completati in discariche che prontamente vengono bonificate, ma che non possono essere lasciate in perenne stato di abbandono ed incuria, proprio per la presenza di strutture abitative, sociali e culturali.

L’Amministrazione comunale di Canicattini Bagni, cogliendo l’opportunità offerta dal recente Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, intende così riqualificare la zona est, anche con l’abbattimento parziale di vecchie strutture residenziali mai completate negli ultimi 20/30 anni, realizzando 3 aree di parcheggio, una tensostruttura polisportiva vicino alla Guardia Medica, a servizio della città e dell’adiacente Liceo Scientifico, un parco urbano, un centro polifunzionale antiviolenza e promotore per le attività di integrazione della popolazione extracomunitaria, un centro culturale per i giovani e una nuova sede per il soccorso sanitario 118 con relativa elisuperficie.

 

«La scelta che abbiamo fatto - ha detto il Sindaco Paolo Amenta - in continuità con le azioni e gli interventi realizzati in questi ultimi 10 anni di mia amministrazione, in via Principessa Jolanda, in pieno centro urbano, e poi, coinvolgendo anche i privati, in via Grimaldi, dove abbiamo appena appaltato i lavori, ma anche nella stessa zona est oggi oggetto dello studio che abbiamo presentato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri,  è quella di avviare processi di riqualificazione sociale e culturale, diretti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado, nonché al miglioramento della qualità urbana e alla riqualificazione del tessuto sociale, in una zona dove insistono una scuola, una struttura sanitaria, spazi sociali, e la Protezione Civile. Gli interventi che abbiamo previsto interesseranno i Dipartimenti di Urbanistica e dei Lavori Pubblici, per essere poi consegnati all’Assessorato comunale alle Politiche Sociali».

 

Lo Studio di Fattibilità in questione è visibile e consultabile dal sito internet del Comune  www.comunedicanicattinibagni.it dal menù “Uffici e Procedimenti” sezione “Ufficio Tecnico”

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.