Siracusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Cerimonia di saluto al Comandante della Stazione dei Carabinieri di Rosolini Maresciallo Rosario Avila 

 

Rosolini, 18 luglio 2016 – Dopo sette anni il Maresciallo Rosario Avila lascia il Comando della Stazione locale dei Carabinieri per assumere il Comando della Stazione di Carlentini. La cerimonia di commiato stamane presso la Stazione Carabinieri alla presenza del Capitano della Compagnia Carabinieri di Noto, Sabato Landi, del Sindaco Corrado Calvo, del Presidente del Consiglio Comunale Maria Concetta Iemmolo, dell’on.Maria Marzana, dell’Assessore alla Polizia Municipale, Corrado Modica, del Segretario Generale Maria Albino, del Comandante la P.M. Orazio Agosta e di don Bruno Carbone Parroco della Chiesa Madre. 

Il Capitano Landi ha ringraziato il Maresciallo Avila per il lavoro svolto presso la Stazione di Rosolini con impegno e professionalità e  grande spirito di abnegazione.

Il primo cittadino, nel sottolineare il proficuo rapporto di collaborazione tra l’Arma e l’ente comunale, nonché il profondo legame che la cittadinanza ha con i Carabinieri ha colto l’occasione per ringraziare a nome suo personale, dell’Amministrazione Comunale e di tutta la collettività rosolinese il comandante Avila per l’impegno e la professionalità dimostrati in questi anni augurandogli, allo stesso tempo, i migliori auspici per il nuovo incarico a cui è stato destinato. 

Il maresciallo Avila nel suo intervento ha rivolto a tutti parole di ringraziamento per l’affetto dimostrato nel corso della sua permanenza a Rosolini. 

Al termine del saluto il Sindaco ha fatto dono al Maresciallo Avila di alcune riproduzioni fotografiche dei luoghi più caratteristi del territorio, un libro sulla storia di Rosolini ed un gagliardetto con lo stemma della Città.     

 

***

Il Maresciallo Aiutante Rosario Avila, Comandante della Stazione Carabinieri di Rosolini, dal 20 luglio 2016 assumerà il comando della Stazione Carabinieri di Carlentini. Il trasferimento è stato ufficializzato in data odierna, al termine di una sobria cerimonia alla presenza del Comandante della Compagnia di Noto Cap. Sabato Landi, del deputato nazionale On. Maria Marzana, del Sindaco di Rosolini Corrado Calvo, del Presidente del Consiglio Comunale Concetta Iemmolo, del Comandante della locale Polizia Municipale Orazio Agosta e del Parroco don Salvatore Carbone. 

Il Maresciallo Rosario Avila si era insediato a Rosolini nel maggio del 2009 e prima ancora ha retto il Comando dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Piazza Armerina e della Stazione Carabinieri di Santo Pietro di Caltagirone. Durante il suo periodo di permanenza a Rosolini il Maresciallo Avila ha diretto e partecipato a diverse e complesse attività d’indagini portate a termine dalla locale Arma, a partire dall’indagine “Terreni Incolti” condotta nel 2009 e conclusasi con il deferimento in stato di libertà di 37 persone responsabili a vario titolo di truffa aggravata in danno dello stato e della comunità europea per il conseguimento di erogazioni pubbliche per mezzo di falsi contratti di affitto di terreni. 

Nell’ambito del contrasto al fenomeno dello spaccio di stupefacenti sono state portate a termine diverse ed articolate attività investigative tra cui, nell’anno 2010, l’operazione “Genesi” a seguito della quale sono stati emessi dall’Autorità Giudiziaria 6 provvedimenti restrittivi e, nell’anno 2014, l’operazione “Overdose” nel corso della quale sono stati arrestati diversi soggetti extracomunitari e deferiti in stato di libertà 14 persone, responsabili di traffico e spaccio di sostanze stupefacenti. 

Sul fronte dei reati contro il patrimonio l’Arma di Rosolini al comando del Maresciallo Avila ha inferto duri colpi alla locale criminalità con l’indagine “Oro” che, nell’anno 2011, ha consentito di disarticolare un sodalizio criminoso dedito ai furti in appartamento, scippi in danno di anziane donne e ricettazione, fenomeni delittuosi che avevano suscitato un grave allarme sociale nella cittadinanza. L’indagine si è conclusa con l’arresto nella flagranza di reato dei principali soggetti ed il deferimento in stato di libertà di 15 persone. 

Sempre nel 2011 la Stazione di Rosolini ha portato a termine un’altra complessa attività d’indagine denominata “Tiller” nel corso della quale è stata sgominata una gang dedita ai furti di mezzi agricoli ed alle estorsioni. L’indagine ha consentito all’Autorità giudiziaria di emettere misure cautelari personali sul conto di 6 pregiudicati del luogo ed il recupero di alcuni mezzi sottratti alle vittime. 

Infine, nell’anno 2015, l’Arma di Rosolini alla guida del Maresciallo Avila, ha portato a termine un’attività d’indagine assicurando alla Giustizia alcuni pregiudicati del luogo dediti alla consumazione seriale di estorsioni in danno di commercianti, imprenditori e privati cittadini, continuamente vessati e costretti a pagare il pizzo per stare tranquilli. Il fenomeno aveva ingenerato un grave allarme sociale, vedendo anche sua Eccellenza il Prefetto di Siracusa intervenire in un Consiglio Comunale aperto per rassicurare la cittadinanza di Rosolini. L’indagine si è conclusa con l’arresto di tre pregiudicati ed il deferimento in stato di libertà di 11 persone.

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.