Spettacolo
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Ragusa, 18 ottobre 2016 – Studiare, approfondire, ricercare e sperimentare offrendo agli allievi una formazione di livello superiore. 

È stato questo lo spirito che sabato e domenica scorsa ha animato lo stage di danza organizzato e promosso dall’associazione “Il Palco dei talenti” di Ragusa. 

Numerosi i ragazzi provenienti da ogni parte dell’isola che hanno partecipato alle lezioni di due professionisti della danza internazionale come Branko Tesanovic e Mauro Astolfi, che con la loro esperienza hanno guidato e consigliato i giovani artisti che si avviano al mondo della danza. 

“Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo e siamo soddisfatti del risultato - ha detto Gabriella Aprile, Presidente dell’associazione “Palco dei talenti” e direttore artistico della sezione danza - Volevamo promuovere i giovani talenti che faticano ad emergere proponendo una opportunità di studio che ha sicuramente ampliato il loro bagaglio culturale e sportivo. 

È stato davvero emozionante assistere alle lezioni di due esperti della danza che hanno saputo coniugare esperienza, professionalità ma anche momenti di sano divertimento ”. 

I due Maestri, Branko Tesanovic e Mauro Astolfi, hanno calcato il parquet della palestra Asd “Mila Plavsic” di Via Cartia a Ragusa e l’occasione è servita loro anche per scovare nuovi artisti emergenti. “I ragazzi hanno reagito con grande cuore e impegno - hanno dichiarato Tesanovic ed Astolfi - Si è subito creato feeling e questo ci ha permesso non solo di lavorare in armonia ma anche di approfondire alcune individualità con prospettive future interessanti. 

La città di Ragusa si è confermata essere una terra in cui la passione per la danza sta crescendo sempre di più e questo momento formativo rafforza la passione dei ragazzi verso questa disciplina”. 

L’associazione sportiva “Il palco dei Talenti”, in attesa di promuovere il terzo concorso di canto e danza che la passata stagione ha riscosso grandi successi, vuole dunque impegnarsi anche sotto l’aspetto formativo, infatti, dopo questo primo appuntamento ne seguirà a breve un altro per il settore Canto così come già programmato da Maurizio Di Mauro direttore artistico della sezione canora.

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.