Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Modica, 24 giugno 2015 – Grande soddisfazione per  la Scherma Modica e per il Maestro Eugenio Migliore: dopo l’oro olimpico conquistato da Giorgio Avola nel 2012, arriva una splendida medaglia di bronzo ai Giochi Europei di Baku 2015 con Valentina Cipriani, la fiorettista romana che periodicamente si reca a Modica per allenarsi con il Maestro Migliore.

Valentina, dopo un girone di qualificazione abbastanza sofferto e concluso con due vittorie e tre sconfitte, inizia il percorso di eliminazione diretta con un piglio diverso. 

Nel tabellone dei 32 supera agevolmente l’ungherese Pazstor con un secco 15-9 mentre agli ottavi di finale è ancora 15-9 ma questa volta a danno della russa Yakovleva.

Ai quarti di finale, per il match che vale i piedi sul podio, la Cipriani si impone senza particolari difficoltà sulla giovane ma promettente tedesca Hampel per 15-11.

Arrivata in semifinale la fiorettista azzurra si arrende alla russa Alborova per 10-15 e conquista una meritata medaglia di bronzo in questa prima edizione dei Giochi Europei.

Grande felicità dunque in casa Conad per un’atleta che ormai fa parte della grande famiglia della scherma modicana e che è entrata nel cuore di grandi e piccini.

“Sono molto felice per Valentina – afferma il Maestro Migliore – che viene da una stagione sofferta a causa di un infortunio e che si conclude con questa bellissima soddisfazione.

 Le ultime prestazione erano state in crescendo e dunque avevo la sensazione che potesse tornare da Baku con un risultato importante ed è stato cosi”.

Oltre a questa soddisfazione, l’ambiente modicano gioisce anche per Carlotta Puccia. La giovane fiorettista della Conad Scherma Modica è stata convocata dalla Federazione Italiana a prender parte ad un ritiro riservato ai migliori sedici atleti italiani della categoria Allieve che si svolgerà a Castelvecchio Pascoli dal 5 all’11 luglio. Un altro importante riconoscimento per il sodalizio modicano che costituisce l’anticamera per la nazionale under 20. 

 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.