Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Week end ad Ancona con i fiorettisti Under 14 e Scherma non vedenti

 

#Modica, 1 dicembre 2015 – Continua positivamente per Giorgio Avola il percorso di avvicinamento verso i Giochi Olimpici di Rio 2016. 

Il fiorettista modicano riesce a conquistare un ottimo settimo posto al Grand Prix FIE di Torino con quasi trecento partecipanti iscritti, confermandosi così tra gli azzurri più continui di questa stagione.

Certamente è mancata la ciliegina sulla torta, ovvero i piedi sul podio, ma l’intera condotta di gara di Avola è stata più che positivo sino al match dei quarti di finale.

L’allievo del Maestro Migliore, presente al PalaRuffini a fondo pedana, ha prima superato l’austriaco Posharing per 15-6; poi nel tabellone dei 32 Avola si è imposto per 15-8 sul francese Pauty e agli ottavi ha battuto per 15-12 l’altro francese Tony Hellisey.

Senza storia il match dei quarti contro il coreano Lee con l’atleta modicano che si arrende 6-15 senza mai aver dato la sensazione di poter vincere l’assalto che valeva la semifinale.

Grazie al settimo posto conquistato a Torino, Avola mantiene così la 14esima posizione del ranking mondiale che gli consentirà nella prossima tappa (in programma a Parigi nel mese di Gennaio) di evitare la fase preliminare.

I

l prossimo weekend la Conad Scherma Modica riprenderà l’attività nazionale under 14 volando ad Ancona per la prima tappa del Grand Prix Kinder + Sport di fioretto.

Saliranno in pedana come portacolori Giacomo Carpenzano, Tommaso Guzzardi, Jacopo Migliore, Marco Palermo, Giorgio Polara, Ignazio Migliardi, Nicola Antoci, Jacopo Renato Zaccaria, Luca Iemmolo, Andrea Modica, Simone Nifosì, Samuele Scapellato, Paola Cannatella, Giulia Floridia, Serena Genovese, Elena Di Rosa e Giada Bellino La Terra. Al seguito della delegazione il Maestro Leandro Giurdanella e l’Istruttore Stefano Pedriglieri.

 

Ad Ancona si svolgerà altresì la 1° Prova Nazionale dedicata alla scherma per non vedenti con la partecipazione dei modicani Antonio Carnazza e Tommaso Ferraro.

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.