Economia e Lavoro
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Ragusa, 14 aprile 2016 – Al termine delle lezioni del Corso di formazione organizzato dai Giovani di Confindustria Ragusa con fondi Manpower - a cui hanno con entusiasmo partecipato 30 studenti degli Istituti "G. Ferraris" e "F. Besta indirizzo aeronautico" di Ragusa - si sono svolte le prove di verifica antincendio, sia teorica che pratica, finalizzate al conseguimento della certificazione "rischio medio", spendibile sul mercato del lavoro. 

 

Gli studenti, ragazzi e ragazze di IV e V anno, hanno così potuto, sotto la guida attenta e rigorosa del docente, Giancarlo Iurato (SAC srl di Comiso), e avvalendosi di attrezzature generosamente offerte da Luca Calabrese (Gamma Estintori di Ragusa), sperimentare le conoscenze acquisite e le abilità nello spegnimento di incendi, provocati ad arte presso l'azienda "setting" della verifica, messa a disposizione da Leonardo Licitra (ILAP SpA di Ragusa). 

Tutti hanno preso in mano un estintore, coperti da regolare elmetto e giacca antincendio, e hanno applicato le corrette procedure per sedare il fuoco nel più breve tempo possibile, aggiudicandosi quasi tutti punteggi di eccellenza (oltre 90/100) e superando tutti l'asticella della piena sufficienza, senza sconto alcuno rispetto allo standard previsto dalla legge per la formazione obbligatoria degli adulti in materia antincendio..   

I primi undici della graduatoria di verifica vivranno, a giorni, l’esperienza premio di mezza giornata di lavoro retribuito, presso le aziende dei Giovani Imprenditori, in attesa che a tutti venga consegnato attestato di partecipazione dai soggetti che hanno organizzato il Corso. 

 

“Vorrei sottolineare – dichiara la Presidente dei Giovani Industriali, Chiara Giombarresi - il valore pedagogico di una iniziativa di formazione e "alternanza scuola/lavoro" coerente con le nuove normative sulla Scuola, apprezzando sin d’ora l'impegno dei docenti e la forte motivazione ad apprendere dimostrata dagli studenti partecipanti al corso”. 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.