Religione
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Scicli, 17 marzo 2022  — «La pandemia può fermare la Cavalcata di San Giuseppe – affermano i giovani soci di Tanit – ma non la grande devozione che gli sciclitani hanno per il Patriarca». 

E così, anche se per il terzo anno consecutivo, non si vedranno i cavalli sfilare lungo le vie della città, ma sarà sicuramente un’emozione assistere all’omaggio floreale offerto da Gli Amici di Giorgione e dagli altri gruppi dei bardatori, che colorerà e profumerà di violacciocca l’intero quartiere storico sciclitano.

La festa di San Giuseppe sarà ancora di più un’occasione per l’associazione Tanit Scicli di rafforzare il proprio legame con la parrocchia di San Giuseppe, con cui dal 2018 collabora, per valorizzare la chiesa barocca e le preziose opere al suo interno, tra cui, soprattutto, la preziosa statua marmorea quattrocentesca di Sant’Agrippina.

Sabato 19 e domenica 20 marzo, infatti, l’associazione culturale sciclitana promuoverà un percorso guidato all’interno della chiesa di San Giuseppe e della sua rettoria, la cinquecentesca chiesa rupestre del Calvario, aperta esclusivamente per l’occasione.

Le visite partiranno dal sagrato della chiesa ad orari cadenzati: 14.00, 15.30 e 17.00 il sabato; lo stesso la domenica con l’aggiunta di una visita mattutina alle 11.30. 

Per informazioni, prenotazioni e per info su condizioni e prezzi, si può scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o chiamare il 3394693292: Tanit Scicli vi farà scoprire l’essenza più vera di Scicli, riaprendo pure, durante il fine settimana di San Giuseppe, ma anche il Museo dell’Antica Farmacia Cartia, visitabile per l’intero mese di marzo solo il sabato e la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, anche in accoppiata con il Palazzo Bonelli-Patané con il quale dà vita al Liberty Tour di Via Francesco Mormina Penna. 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.