Rubriche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
  • Rubrica: Fotografia

Modica, 11 ottobre 2021 — Ed è subito sera è il titolo della mostra di Ruggero Ruggieri e Claudio Matarazzo in calendario inserita nell’ampio cartellone degli eventi del Premio Luce Iblea 2021 riconosciuto a Francesco Tadini, sarà visitabile, come le altre, a palazzo Sant’Anna fino al 30 ottobre.

La mostra dei due autori è dedicata, dunque, alla notte. Una visione a tratti onirica del momento forse più amato, temuto, anelato dai poeti d’ogni tempo. La Notte, come suggerisce la curatrice della mostra Alessandra Santin, insieme a Nac è il momento in cui sparisce la luce, suggerendo per questo che con la luce spariscono i contorni offuscati, e per contro si definiscono le posizioni nette, spariscono i grigi, spariscono le situazioni di mezzo. Si delinea una percezione della notte che non è sempre negativa in controcorrente con chi nella notte simboleggia il buio del vuoto. Una dimensione al contrario in cui come dice Jorge Luis Borges «si definisce ogni elemento superfluo che disturba o distoglie l’attenzione dal nucleo più significativo di un evento».

Ruggieri e Matarazzo nella descrizione della notte riescono anche a proporre un dialogo con chi osserva. Le loro immagini spesso rimangono nel vago non tanto per sottolineare quella mancanza di luce tipica della notte quanto per stimolare in chi assiste all’immagine la curiosità di dare una sua interpretazione, una sua personale visione. È un gioco raffinato, un dialogo di occhi che guardano nel buio e che nella fioca luce riconoscono sensazioni, emozioni reciproche.

I due autori non usano lo stesso linguaggio però. Usano lo stesso mezzo, sì, ma persino diverso. Uno fotografa in analogico, l’altro in digitale. Ruggieri suggerisce “visioni” intime e interiori. Matarazzo racconta panorami senza confini. La loro notte è uno spazio nel quale, chi vi si muove a proprio agio lo fa perché consapevole della pienezza della vita con le sue ansie e le sue soluzioni, le sue astinenze e le sue piene mani, la sua pienezza e il suo contrario.

Appuntamento a venerdì 15 ottobre alle 19 nel prestigioso palazzo di Sant’Anna a Modica in Via Liceo Covitto 33.

Il gruppo Fotografico Luce Iblea e il C.d’A. dell’Ente Liceo Convitto di Modica, organizzatori della Quarta edizione del Premio alla fotografia Luce Iblea sono lieti di invitare soci, amici e appassionati al vernissage.

 

Marcella Burderi

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.