Ragusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

L’inaugurazione avverrà il 25 giugno, nei saloni della Chiesa di San Giovanni Battista di Pozzallo 

 

Pozzallo, 18 giugno 2016 – Spazio di aggregazione, incontro e dialogo tra realtà diverse: con questo obiettivo, il prossimo 25 giugno, a Pozzallo, città che ha dato i natali al profeta di pace Giorgio La Pira, nei saloni della Chiesa di San Giovanni Battista, nascerà il “Centro Mediterraneo di Studi e Formazione Giorgio La Pira, che desidera caratterizzarsi come ponte di pace e incontro, officina culturale di soluzioni innovative e prassi efficaci, luogo del dialogo culturale e inter-religioso, della formazione etica, civica e politica per una società complessa, aperta e multiculturale. 

Il Centro nasce grazie alla collaborazione tra la Fondazione Migrantes, la Fondazione Giorgio La Pira, il Centro Internazionale Studenti Giorgio La Pira, il Comitato Firenze Pozzallo per la Pira e la cooperativa Fo.Co., con l’obiettivo di costruire una dimensione di integrazione e convivenza che vada oltre le logiche dell’emergenza, rispondendo alle urgenze che il costante flusso di migranti nelle nostre coste impone.

Il Centro, supportato da un comitato scientifico, costituito da personalità ed esperti nel campo della formazione, del fenomeno migratorio, dell’accoglienza e integrazione, offrirà percorsi formativi multidisciplinari per potenziare le competenze degli operatori e dei servizi impegnati nell’accoglienza e nell’integrazione dei minori stranieri non accompagnati (MSNA) e, nel contempo, promuovere percorsi di formazione rivolti a minori stranieri non accompagnati, richiedenti asilo e rifugiati.

L’inaugurazione del Centro, che avverrà alle ore 16.30 del 25 giugno p.v., è patrocinata dal Comune di Pozzallo, dal Vicariato di Pozzallo, dal Comune di Firenze e dal Servizio Centrale del Sistema di Protezione per richiedenti asilo e rifugiati. Al termine dei saluti istituzionali e della presentazione del Centro, dopo la degustazione di un aperitivo multiculturale, la serata proseguirà, presso l'Anfiteatro del Lungomare Raganzino, con lo spettacolo teatrale “Life is Beautiful – Un rito di comunione per le vittime del Mediterraneo” della compagnia “Isola Quassud Liquid Company”. L’attività del Centro partirà il 30 giugno 2016 con il primo corso che sarà rivolto alla “formazione di mediatori interculturali in ambito socio sanitario e giuridico”, destinato in particolare agli stranieri residenti in Italia e a titolari di protezione internazionale. I corsi, che si svilupperanno nel rispetto di un codice deontologico condiviso, saranno mirati a formare, in modo completo ed esaustivo, tutti gli operatori che vi accederanno, permettendo loro di effettuare formazione in aula, lavoro in squadra, percorsi di studio on line, percorsi di studio personalizzati e la formazione pratica sul campo. Il Centro porterà il nome di Giorgio La Pira, dal momento che le finalità perseguite sono quelle segnate dall’uomo del dialogo e della pace, cui Pozzallo diede i natali. 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.