Spettacolo
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Kiwanis Club, serata di beneficenza con la commedia “Presto che è ...tardi...” dei Medici in vena


Modica, 27 febbraio 2015 – Ridere fa bene...il doppio, se le finalità sono benefiche. Venerdì 6 marzo 2015 alle ore 20,30 al Teatro Garibaldi, nell'ambito della serata di beneficenza organizzata dal Kiwanis international Club di Modica, l’Associazione culturale “Medici in vena” di Catania poterà in scena in prima assoluta la commedia brillante “Presto che è ...tardi...” per la regia di Eugenio Barone.

La compagnia di medici, che smessi i camici veste i costumi di scena e calca i palcoscenici dei teatri siciliani per iniziative benefiche e di solidarietà, torna nella Città della Contea con un nuovo ed esilarante spettacolo ideato e scritto da Eugenio Barone, odontoiatra, attore, regista e presidente dei “Medici in vena”.

La commedia, come annuncia il sottotitolo, mette assieme frammenti di stress quotidiano per ridere a crepapelle delle avventure e disavventure di medici e mutuati. Nel cast, oltre a Eugenio Barone nei panni del medico, vi sono Antonello Costa (l'infermiere), e i mutuati Carla Basile (la signora Basile), Elio Virgillito (il ragionier Ietta), Stefania Mazzone (la signora Badami), Maria Pia Figura e Enrico Alizzio (i coniugi Persico), Pippo Patané e Linda Musumeci (i signori Muscolino), con la partecipazione straordinaria di Franco Pulvirenti e la sua fisarmonica.

La serata è organizzata con il patrocinio del Comune di Modica e il supporto della Banca Agricola Popolare di Ragusa, di Conad Sicilia e della Fondazione Giovan Pietro Grimaldi.

I biglietti saranno disponibili al costo di 12,00 euro presso il botteghino del Teatro Garibaldi dal 27 febbraio (info: 0932 946991). Il ricavato della serata sarà devoluto in parte per strutture territoriali a sostegno dell'infanzia e in parte per il progetto Eliminate, che vede il Kiwanis International e l’UNICEF alleate contro il TMN, il tetano della madre e del neonato.

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.