Cultura

  • Argomento: Archeologia

Modica, 12 maggio 2019 –  Per la serie “Percorsi di archeologia iblea” a Modica, presso l’Ente Liceo Convitto (Palazzo Sant’Anna, via Liceo Convitto 33) il 17 maggio alle 18 si terrà una conferenza su «Santa Croce Camerina. Mezzagnone: bagno arabo?». Relatori il prof. Giovanni Distefano (direttore del Polo Regionale di Ragusa per i siti culturali) e la prof. Salvina Fiorilla (medievista, Soprintendenza ai Beni culturali e ambientali  di Ragusa).

 

s. m.

  • Argomento: Cultura classica

Ragusa, 8 maggio 2019 – Martedì 14 maggio 2018, alle ore 18.15, presso il Centro Studi “Feliciano Rossitto” (Via Ettore Majorana, 5 – Ragusa) si terrà l’incontro sul tema “Elena” un mito oltre il tempo” (pomeriggio in onore dell'illustre grecista Quintino Cataudella).

La conversazione sarà tenuta dal prof. Gaetano G. Cosentini.

L’iniziativa culturale è resa possibile grazie alla sinergica collaborazione del Centro Studi “Feliciano Rossitto”, A.N.A.S. Ragusa e A.I.C.C. Ragusa Del. “Giusto Monaco”.

Daranno il benvenuto Giorgio Chessari, Gaetano G. Cosentini, Giovanni Cavarra. 

Giuseppe Nativo

  • Argomento: Poesia

A Modica l'8 maggio sarà presentato l'autografo di Salvatore Quasimodo, Lettera alla Madre

 

Modica, 6 maggio – A Modica, presso il Museo Civico "F.L. Belgiorno" (Palazzo della Cultura Sala collezione artisti), intorno a Ouasimodo, l'8 Maggio 2019 alle ore 11.30 sarà presentato l'autografo di Salvatore Quasimodo, Lettera alla Madre.

Il programma prevede i saluti del Sindaco Ignazio Abbate e l'introduzione dell'Ass. alla Cultura Maria Monisteri; poi gli interventi del prof. Giovanni Di Stefano che parlerà a proposito de «Il Museo Civico e l'archivio Ouasimodo», di Lucia Trombadore, con «Conversazione su "Lettera alla Madre"» e Domenico Pisana, che relazionerà su «interpretazioni recitative de "Lettera alla Madre"».

Sarà presentata l'audizione originale della voce del poeta. Seguieranno visite guidate a "La Stanza della Poesia" e alla Casa natale di Salvatore Quasimodo.

  • Argomento: Archeologia

Ragusa, 5 maggio 2019 – Sarà presentato martedì 7 maggio alle ore 10 nella sala stampa dell’aula magna dell’università della Calabria il workshop «Cartagine: ricerche archeologiche italo-tunisine in Unical».

L'incontro si aprirà con i saluti di indirizzo del magnifico rettore, professor Gino Mirocle Crisci e del professor Cesare Indiveri, direttore del dipartimento di biologia, ecologia e scienze della terra.

Introdurrà i lavori la professoressa Donatella Barca (coordinatrice del corso di laurea in conservazione e Restauro dei beni culturali).

Sono previsti anche gli interventi dei professori Hamden Ben Romdhane (Istituto nazionale del patrimonio, Tunisi), Slim Bechrifia (Istituto nazionale del patrimonio -Tunisi), Maurizio Paoletti (professore di archeologica classica,  Unical), Giovanni Distefano (professore di archeologia, Unical e Roma 2 Tor Vergata), Dominique De Caro, Stefania Fornaro, Lorenzo Zurla, Domenico Miriello (professore DiBest, Unical).

Le conclusioni sono affidate alla professoressa Barca.

Il prof. Giovanni Distefano relazionerà sulle recenti ricerche, per cui si ipotizzano anche diverse e nuove interpretazioni. Distefano, tra l’altro, è direttore dell'attuale Missione archeologica italiana a Cartagine, di cui Ondaiblea aveva già parlato in questo articolo.

(fonte: Agenpress)

s. m.

Leggi tutto …All'Università della Calabria Distefano e altri...

  • Argomento: Arte

articolo

Scicli, 29 aprile 2019 – Una passeggiata sulla Spiaggia di Sampieri per ricordare Piero Guccione  e i suoi luoghi del cuore e dell’ispirazione artistica.

L’appuntamento è domenica 5 maggio, giorno del suo 84esimo anniversario della nascita; la partenza alle 9,30. La sera (alle ore 19,00) a Scicli al Convento del Carmine “Le parole di Piero”, letture di testi scritti dal grande artista.

Leggeranno brani: Luigi Nifosì, Paolo Nifosì, Elisa Mandarà, Franco Polizzi, Giovanni Blanco, Carmelo Candiano, Salvatore Schembari, Carmela Asta, Peppe Pitrolo, Adolfo Padua,  Franco Causarano ed altri amici. 

L’iniziativa è del Comune di Scicli, Mov. Culturale Brancati, Il Gruppo di Scicli, Fondazione Confeserfidi.

aggiornamento: concerto

Aggiornamento

Il 5 maggio sarà la prima volta senza Piero Guccione.

Il maestro di Scicli è nato infatti il 5 maggio del 1935 e quest’anno si ricorda la sua nascita a pochi mesi dalla scomparsa.

L’amministrazione comunale di Scicli ha fissato per la sera di domenica 5 maggio, alle 21,30 nel chiostro del Convento del Carmine un concerto in memoria del maestro.

Sarà il momento conclusivo delle commemorazioni che il mondo della cultura, da Mendrisio, in Svizzera, dove è in corso una grande antologica, a Scicli, gli vuole tributare. 

Si esbirà – suonando arie d’opera care al pittore delle marine e dei carrubi – il “Sicily Denne Clarinet Ensemble”, un ensemble di quindici clarinetti che eseguiranno un repertorio che spazierà da Rossini a Gershwin. 

 

  • Argomento: Cultura

La Casa Natale Salvatore Quasimodo di Modica entra a far parte delle Case della Memoria


 
Modica, 26 aprile 2019
– La casa natale del Premio Nobel 1959 per la Letteratura entra a far parte dell’Associazione Nazionale Case della Memoria. Con il suo bagaglio di arte, suggestione e memoria, il Museo Casa Natale Salvatore Quasimodo di Modica (Ragusa), gestito dall’associazione Proserpina e ospitato nella casa in cui il poeta nacque il 20 agosto del 1901, è entrato a far parte della rete nazionale di case museo di personaggi illustri presenti sul suolo italiano. Casa Natale QuasimodoOltre alla Casa Natale di Salvatore Quasimodo, il Comitato Scientifico ha dato il via libera per l’ingresso nell’Associazione di altre quattro case: la Villa Giannini Tinti-Villa Garibaldi a Castelfiorentino (FI), il Museo Casa Francesco Baracca a Lugo (RA), la Casa Museo don Giovanni Verità a Modigliana (FC), la Casa Ugo Tognazzi a Velletri (RM). È la prima volta che in una sola riunione del Consiglio Direttivo ben cinque case entrano a far parte dell’Associazione.

Leggi tutto …Modica. Casa Natale Salvatore Quasimodo nelle...

Altri articoli …

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.