fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Sapere

Argomento: Numismatica
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 28 marzo 2019 – Collezionismo, studio e ricerca, conoscenza della legislazione in materia e competenza nel valutare autenticità, stato di conservazione, datazione e valore di una moneta o di un oggetto: è il mondo della numismatica, della filatelia e dell’antiquariato, che richiede una professionalità altamente qualificata per orientarsi correttamente e senza brutte sorprese nelle compravendite e nel complesso ambito delle stime, delle perizie e delle consulenze che talora implica contesti legali.

Con un’esperienza maturata in oltre quaranta anni di attività professionale, oggi la Numismatica Pavone apre i battenti a Modica in Via Marchesa Tedeschi, a pochi passi da Palazzo San Domenico, nei pressi della Chiesa di Santa Maria di Betlem.

Leggi tutto: Numismatica Pavone. A Modica in Via Marchesa...

Argomento: Cultura
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Scicli, 19 marzo 2019 – Il 10 marzo 2019 sarà una data da ricordare perché, finalmente, anche Scicli ha un suo centro studi. Sotto la spinta, infatti, dello storico e Vicario Foraneo di Scicli, Padre Ignazio La China, dei soci dell’Associazione Culturale Tanit Scicli e di ricercatori e semplici appassionati locali è nato il Centro Studi e Documentazione Città di Scicli.

Il Centro Studi e Documentazione Città di Scicli ha come finalità la tutela e la valorizzazione del patrimonio storico e artistico nonché ambientale, sia esso terrestre o marino, della città di Scicli.

Il Centro Studi e Documentazione nasce per colmare una lacuna che da troppo tempo viene denunciata dai ricercatori locali e non, cioè un centro che raccolga, innanzitutto, tutti gli studi editi su Scicli e il suo territorio: catalogandoli, classificandoli, preservandoli e rendendoli fruibili a chiunque voglia consultarli. Il centro, inoltre, si impegna a promuovere eventi volti alla divulgazione culturale e scientifica, al fine di promuovere la conoscenza degli studi a un pubblico sempre più ampio.

Il Direttivo del Centro Studi e Documentazione Città di Scicli è formato da Vincenzo Burragato (Presidente), Giovanni Agolino (Vicepresidente), Pietro Di Rosa (Tesoriere), Padre Ignazio La China (Consigliere) e Davide Militello (Consigliere); insieme a loro sono fondatori Valentina Pensiero, Francesco Pellegrino, Roberta Ficili, Enrico Statello.

Primo appuntamento con il Centro Studi e Documentazione Città di Scicli è l’incontro culturale, promosso in collaborazione con l’Associazione Culturale Tanit Scicli, in programma giovedì 21 marzo, alle ore 19.00 presso la Chiesa di San Giuseppe a Scicli: Sant’Agrippina a Scicli, storia di una martire, una chiesa, una statua ci parlerà dell’antico culto della Santa in città e dei nuovi studi artistici a riguardo della statua quattrocentesca ospitata all’interno della chiesa barocca sciclitana, tra le opere più belle e misteriose di Scicli.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Scicli, 18 marzo 2019 – Comincia la primavera e a Scicli è tempo di festa. La prima, come sempre, è la Cavalcata di San Giuseppe e Tanit Scicli, nell’ottica di valorizzazione culturale della chiesa e del quartiere omonimo cominciata già lo scorso anno, si appresta a una settimana densa di eventi culturali a contorno della celebre infiorata a cavallo.

A Cavallo del Tempo – Sant’Agrippina a Scicli, storia di una martire, una chiesa, una statua sarà l’incontro culturale che segna l’inizio della collaborazione con il neonato Centro Studi e Documentazione Città di Scicli: giovedì 21 marzo, alle 19.00, presso la chiesa di San Giuseppe, si parlerà del misterioso e antico culto di Sant’Agrippina a Scicli e dei recentissimi studi che fanno nuova luce sulla fattura artistica della statua quattrocentesca custodita nella chiesa stessa.

Il 23 marzo, invece, giorno della Cavalcata, sarà occasione per due passeggiate culturali alla scoperta dei quartieri dell’Altobello e San Giuseppe, fra splendidi panorami, vicoli caratteristici, chiese barocche e rupestri. Orari di partenza: la mattina alle 10.30 e il pomeriggio alle 14.30. Nel frattempo, durante la giornata, con orario continuato dalla 11.00 alle 17.00, grazie ai soci dell’associazione sciclitana, sarà possibile usufruire, dietro pagamento di un piccolo ticket, delle visite guidate all’interno della Chiesa di San Giuseppe, visitabile anche, grazie a un biglietto cumulativo, insieme al Museo dell’Antica Farmacia Cartia in Via Francesco Mormino Penna.

Tanit Scicli saluta la primavera con la cultura e dà appuntamento ai prossimi eventi che da aprile a giugno riserveranno conferme e sorprese a chiunque voglia seguire i seguaci della dea Tanit alla scoperta della Scicli più vera e preziosa.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Resi noti i vincitori del Certamen Augustinianum Ragusiense. Il primo premio a una studentessa del liceo classico di Ragusa. Premiati anche una studentessa di Vittoria e un'altra ragusana

Ragusa, 15 marzo 2019 – Giulia Bracchitta, studentessa del liceo classico Umberto I di Ragusa ha vinto la prima edizione del Certamen Augustinianum Ragusiense, bandito dalla Biblioteca diocesana “Monsignor Francesco Pennisi”, che si è tenuto lo scorso 25 febbraio. 

Lo ha reso noto, al termine della valutazione delle prove, la commissione esaminatrice composta dal presidente dott. Gianluca Vindigni e dai professori Gaetano Cosentini e Maria Teresa Millefiori. 

Il secondo premio è stato attribuito ex aequo a Giulia Gueli del liceo classico Mazzini di Vittoria e a Verdiana Cilia del liceo classico Umberto I di Ragusa. 

La commissione ha anche assegnato due menzioni.      

 

Leggi tutto: Certamen Augustinianum Ragusiense: primo premio...

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Organizzata da Eco degli Iblei. 12 premiati

 

Comiso, 13 marzo 2019 – Giorno 15 marzo a Comiso, presso l'auditorium “ Carlo Pace, si svolgerà la IV edizione di “ Capitale iblea della Cultura “, manifestazione organizzata dal quotidiano online ecodegliblei.it: nel corso degli anni abbiamo premiato il comune di Modica, quindi quello di Scicli, per poi passare a Ragusa.

Non solo i sindaci hanno avuto il loro riconoscimento in rappresentanza della loro città, ma anche una nutrita schiera di uomini di cultura, di personaggi del cinema e del teatro, di esponenti del mondo dell'arte, senza i quali le comunità individuate non avrebbero potuto assurgere al ruolo di faro della cultura in provincia.

Per il 2018 abbiamo optato per una istituzione culturale, il Polo Regionale per i siti culturali ( in particolare Camarina), una struttura che presenta articolazioni che vanno dal Museo archeologico di Ragusa (sorto nei primi anni '60), a Cava d'Ispica e, soprattutto, al Museo e all'area archeologica di Camarina.

Non solo il Polo si è dedicato alla conservazione e tutela di capolavori assoluti, dal “Guerriero di Castiglione“ ai crateri e alle anfore di Camarina con i suoi simposi, ma anche a mille iniziative in campo culturale, specie da quando nel 1980 è nato il Museo regionale camarinense.

Non appare fuori luogo, date queste premesse, dedicare la cerimonia di premiazione al dott. Khaled al - Asaad, illustre archeologo siriano, nato e trucidato dall'Isis a Palmira, la città della regina Zenobia dichiarata patrimonio dell'Unesco, proprio grazie al pluridecennale lavoro di Khaled.

Non potevamo non riconoscere, poi, il contributo che alla diffusione della cultura, in tutte le varie sfaccettature, hanno dato i premiati del 2018:

Tiziana Bellassai (attrice di talento), Carmela Canzonieri ( architetto del paesaggio ), Giovanni Digiacomo (giovane promessa del jazz), Francesca Guccione (virtuosa violinista),Gianni Insacco ( scrupoloso paleontologo ), Walter Manfrè  (infaticabile uomo di teatro), Luca Melilli (creativo wedding planner), Maria Monisteri (assessore alla Cultura del comune di Modica), Turi Occhipinti e Gaetano Scollo (per avere saputo trasformare i malefici dell'amianto in opere filmiche di grande impatto emotivo e didattico). Un riconoscimento speciale abbiamo voluto assegnare a Biagio Pelligra per la lunga carriera ne cinema, nel teatro e nella televisione.

Biagio Barone e Gianni Battaglia, con le loro letture,  illustreranno la figura di Khaled al- Asaad e i fasti di Camarina, con la IV e con la V Ode di Pindaro, nella traduzione dal greco antico del preside Vincenzo Giannone. La giornalista Alessia Giaquinta e la miss Erika Firrincieli arricchiranno, con la loro presentazione, la cerimonia di premiazione.

Toccherà a Toni Campo, fotografo di fama internazionale e collaboratore di riviste di moda come “Vogue”, immortalare con i suoi scatti i momenti salienti della manifestazione.

La serata si sarebbe dovuta concludere con l'intervento dell' assessore regionale ai BB. CC. Sebastiano Tusa: il tragico incidente aereo di Addis Abeba ci ha portato via un importante archeologo e uno degli assessori competenti alla guida della Regione Sicilia.

Argomento: Archeologia
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Modica, 12 marzo 2019 – Venerdì 15 marzo 2019 elle 17:30, a Modica, presso l'Ente Liceo Convitto (Palazzo Sant'Anna 33), nell'ambito di "Percorsi di archeologia iblea" la medievista prof. Salvina Fiorilla terrà una conferenza dal titolo “Scicli. Cultura e società tra medioevo ed età moderna attraverso la lettura di materiali del Carmine e di San Matteo”.

La serie di manifestazioni e la conferenza sono patrocinate dalla Soprintendenza ai beni culturali e ambientali di Ragusa e dal Liceo Convitto.

 

Altri articoli...

Sottocategorie

Libri di Salvo Micciché

La Sicilia dei MiccichéScicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
La Sicilia dei Micciché Scicli storia cultura e religione (secc. V-XVI) Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Giuseppe Nativo La Sicilia dei Micciché Carocci editoreSalvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry