Rubriche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
  • Rubrica: Incontro con l`arte (Michele Digrandi)

Ibiscus – Acrilico su multistrato cm. 62,7x40,7 (2005-2007) 

Fiori e muro a secco – Acrilico su cartone telato cm. 40x50 (1999-2003)

Michele Digrandi

 

 

Continua la magica sensazione di tentare di uscire fuori dalla forma…

e percepire che il colore si muove!

Michele Digrandi

 

 ::

          Riconducibile ad estetiche impressioniste e postimpressioniste è la trasfigurazione poetica operata da Michele Digrandi sull’oggetto naturale, che, nell’assecondare frequente schermi costruttivi indipendenti dall’imitazione del vero, scompiglia la linearità della suddetta vena decorativa. È, questo di Digrandi, un discorso pittorico intenzionalmente sospeso nella dialettica tra naturalismo e antinaturalismo, tra rappresentazione mimetica del reale e sua reinvenzione artistica, tra l’ottico e il concettuale.

Un discorso corrosivo del classicismo novecentista, esercitato tramite i violenti passaggi tonali, tramite gli impianti intensissimi di luce, e, soprattutto, attraverso un’espressività della forma intesa quale modalità di partecipazione ad una percezione emotiva del reale.

 

Elisa Mandarà

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.